Ansia da separazione ♥ La posta di Mamma e psicologia ♥

Buongiorno, avrei bisogno di un parere sul mio piccolo. È un bimbo di 8 mesi e, visto che viviamo lontani dai nonni e con pochi amici (ci siamo trasferiti poco prima che rimanessi incinta), io sono stata quasi il suo unico riferimento. Mio marito lavora tanto ma comunque fino a due settimane fa passavano del tempo insieme in serenità. Il problema è che da quando sono iniziate le vacanze, anche dal nido (ci va volentieri ed è sereno quando lo lascio), il bambino ha iniziato a volere solo ed esclusivamente me. Non accetta di essere preso in braccio da nessuno, neanche dal padre ed è meglio che glisso su amici e conoscenti. In più, in molte occasioni del giorno, ha iniziato a piangere disperato fino ai singhiozzi per i motivi più vari (cambio pannolino, inizio/fine pappa, se lo lascio a giocare pur rimanendo nel suo campo visivo). Anche la notte è diventata costellata di pianti disperati, mentre prima dormiva sereno nel suo lettino e, per sopravvivenza, adesso dorme con noi (altrimenti si sveglia ogni 10/15 minuti, almeno così i pianti ci sono ogni 3 ore). Da dieci giorni abbiamo cambiato casa, ma lui non sembra averne risentito. Abbiamo escluso le cause organiche, immagino che in parte sia temperamento ma mi domando se io e mio marito possiamo fare qualcosa a livello comportamentale per aiutarlo ad essere più sereno e sicuro. Grazie, saluti. Daniela

Cara Daniela,

mi parli di un bambino sereno, che frequenta il nido, che dorme nel suo lettino, ma che improvvisamente è cambiato. Molto spesso i cambiamenti improvvisi sono legati a cambiamenti sostanziali nella vita del bambino, eventi particolarmente stressanti o traumatici. C’è da sottolineare che gli eventi che il bambino può considerare stressanti e/o traumatici possono essere anche eventi che noi consideriamo insignificanti, o di cui non prestiamo attenzione. Proprio per questo ti invito a considerare i cambiamenti nella routine quotidiana che sono avvenuti nella vita del tuo bambino:

  • le vacanze di Natale
  • l’interruzione del nido
  • il cambio casa

In realtà i bambini dimostrano il loro stress con dei cambiamenti comportamentali, che spesso ci appaiono scollegati dai motivi che li hanno scatenati. Anche se i risvegli notturni, il pianto durante il cambio pannolino, il pianto nel fare il bagnetto sembrano comportamenti scollegati tra loro, in realtà sono tutte modalità di espressione dello uno stesso malessere. I cambiamenti avvenuti nella sua routine sicuramente hanno destabilizzato il bambino, che dimostra il suo scombussolamento con questi comportamenti.

Da non sottovalutare però anche l’età del bimbo: otto mesi è l’età in cui inizia la cosiddetta “ansia da separazione o paura dell’estraneo”.

Si tratta di una fase normale che attraversano tutti i bambini, che si presenta dai 7 ai 10 mesi, ed è fondamentale per lo sviluppo emotivo del bambino, che sperimenta frustrazione e paura per la possibile perdita della figura di attaccamento (di solito la mamma). Questa fase termina intorno al decimo mese di vita, ma può rimanifestarsi anche tra i 18 ed i 24 mesi, in corrispondenza dell’autonomia motoria, infatti il bambino può mostrarsi insicuro nell’esplorazione e, nonostante la voglia di camminare, cercare di mantenere la vicinanza con il genitore.

Sono legati a questa fase i risvegli notturni, i pianti immotivati, la ricerca perenne della presenza del genitore. E’ una fase che va affrontata con tanta pazienza ed amore, il bambino va rassicurato e va garantita (per quanto possibile) la nostra presenza quando la richiede. Cara Daniela, un gioco utile per facilitare il superamento di questa fase, vista l’età del tuo bimbo, è quello di allenare il bambino a prestare attenzione ad un oggetto, ad esempio una palla, e lanciare l’oggetto lontano, in modo che il bambino presti l’attenzione all’oggetto e non a te. Successivamente l’oggetto può essere nascosto dentro una semplice scatola, in modo che il bambino possa cercarlo. Questo tipo di giochi sono il preludio per i giochi di esplorazione, che potrà svolgere più attivamente man mano che svilupperà le capacità motorie.

 

Dott.ssa Veronica Simeone

Facebook Comments

Comments

  1. You need to take part in a contest for among the finest blogs on the web. I will recommend this web site!

  2. adidas nmd says:

    I have to express appreciation to this writer for rescuing me from this particular challenge. Because of surfing throughout the internet and finding advice which are not powerful, I thought my life was over. Living without the strategies to the difficulties you’ve resolved by way of your good article is a serious case, as well as the ones that would have in a negative way affected my entire career if I had not noticed your web site. Your expertise and kindness in touching all the stuff was priceless. I don’t know what I would’ve done if I hadn’t discovered such a subject like this. It’s possible to now look forward to my future. Thank you very much for this high quality and result oriented guide. I will not hesitate to endorse your web page to anyone who desires guide about this problem.

  3. I must show my gratitude for your kind-heartedness giving support to individuals who must have help on this particular question. Your real commitment to passing the message all over became surprisingly important and have frequently helped somebody like me to realize their targets. Your insightful key points means much to me and somewhat more to my office colleagues. Warm regards; from each one of us.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *