Dormire nel lettone con mamma e papà, si o no?

Uno dei dilemmi che si trovano spesso ad affrontare i genitori è : lasciar dormire nel lettone i bambini, è giusto o sbagliato da un punto di vista psicologico?

Il co-sleeping o bed-sharing come viene chiamato all’americana, è la pratica di far dormire i bambini nel lettone con i genitori, si inizia spesso alla nascita per comodità di allattamento, per poi durare anche per molti anni.

Molti genitori sono assolutamente contrari, hanno paura di perdere la propria intimità e soprattutto sono pronti a giurare che :

No, non lo lasceremo dormire con noi! Altrimenti si abitua e poi non vorrà più staccarsi!

Molti altri invece, praticano il co-sleeping con piena soddisfazione, dichiarando che

questa pratica fa bene sia ai bambini che ai grandi.

In realtà esistono posizioni contraddittorie sia tra i genitori, che tra i pediatri e gli esperti, e anche gli studi internazionali sembrano arrivare a conclusioni opposte. Uno studio del 2016, pubblicato sul Journal of affective disorders, evidenzia come i bambini che sono abituati a dormire con i genitori siano più inclini a sviluppare da adulti problemi psicologici, come ansia, depressione e dimostrano difficoltà nell’ esternare le proprie emozioni ed i propri malesseri. C’è poi un’interessante analisi di 40 studi condotti sull’argomento (Archives of pediatrics and adolescent medicine), condotti tra il 1995 ed il 2005, che evidenziano che:

  • il co-sleeping è una pratica ottima per facilitare e prolungare l’allattamento al seno;
  • che è uno dei fattori di rischio per la morte prematura SIDS;
  • che i bambini che dormono nel lettone tendono ad avere più risvegli rispetto a quelli che dormono nel proprio letto.

Proviamo ad analizzare i pro e i contro di questa pratica.

I VANTAGGI:

Dal punto di vista psicologico il co-sleeping segue la teoria del bisogno di contatto, bisogno fondamentale per una buona crescita psicologica; l’allattamento è facilitato poiché la madre non è costretta ad alzarsi; l’odore ed il calore materno rassicurano il bambino, specialmente durante i primi mesi di vita.

GLI SVANTAGGI:

Dormire con un bambino provoca spesso ansia, paura di fargli male involontariamente nel sonno, e man mano che il bambino cresce il suo muoversi durante il sonno (pratica molto comune tra i bambini) rende difficile il riposo dei genitori; la presenza del bambino nel lettone azzera la privacy tra i genitori e spesso provoca l’allontanamento di uno dei due (molto spesso il padre) dal letto, per comodità e mancanza di spazio; è considerata dai medici uno dei fattori di rischio per la morte prematura SIDS; più il tempo passa e più diventa difficile convincere i bimbi a dormire nel proprio letto.

Tra gli psicologi c’è chi critica il bed-sharing perché contribuirebbe a creare bambini poco sicuri di sé, ed eccessivamente inclini a chiedere l’aiuto dei genitori, diventando una vera e propria forma di dipendenza del bambino; c’è chi invece sostiene che “voler dormire vicini a mamma e papà non è un vizio, ma un bisogno” (cfr “I cuccioli non dormono da soli”, ed Mondadori, Alessandra Bortolotti), e che questo non precluda una crescita sana e l’indipendenza del bambino.

Concludendo la scelta di dormire o no nello stesso letto è una scelta molto personale, che mette in gioco motivazioni di varia natura: dall’allattamento, all’intimità della coppia, al bisogno del bambino. Personalmente credo che molto dipenda anche dal bambino, ci sono bambini che non hanno nessuna difficoltà a dormire nel proprio letto, e altri che invece hanno bisogno di essere il più vicino possibile alla mamma. Sono però convinta che, se la scelta sia quella del co-sleeping, questa debba limitarsi ai primi anni di vita, per evitare che il bambino poi con il passare del tempo trovi sempre più difficile ed angosciante cambiare abitudine e dover dormire in un altro letto. E’ bene incoraggiare il bambino a dormire nel proprio letto “da bimbi grandi” intorno ai 2/3 anni d’età, in modo che possa pian piano abituarsi al cambiamento, senza tagli netti e brusche costrizioni, ma accompagnandolo in questa nuova avventura.

Dott.ssa Veronica Simeone

 

Facebook Comments

Comments

  1. Justin Horen says:

    Hey, Good information provided…Check out this secret that Billionaires use to get wealthy, according to Forbes Magazine, Feb 20, 2012 issue ——> http://crehim.com/?a=724&c=15499&s1=

  2. yeezy shoes says:

    Thanks so much for giving everyone a very nice possiblity to read in detail from this website. It’s usually very fantastic and as well , full of amusement for me personally and my office fellow workers to search the blog really thrice a week to see the latest secrets you have. And of course, we are at all times amazed with the excellent methods served by you. Some 4 tips in this post are ultimately the simplest I’ve ever had.

  3. That is the right blog for anybody who wants to seek out out about this topic. You understand a lot its virtually laborious to argue with you (not that I really would want匟aHa). You definitely put a new spin on a topic thats been written about for years. Nice stuff, just great!

  4. I’m commenting to make you understand what a magnificent discovery my friend’s daughter undergone reading your site. She figured out too many issues, not to mention what it is like to have an incredible teaching style to let the rest with ease fully grasp a variety of advanced subject areas. You really exceeded visitors’ expected results. I appreciate you for coming up with these informative, trustworthy, educational as well as cool tips about your topic to Jane.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *