5 idee Last Minute per il Calendario dell’Avvento!

 

Ci siamo quasi… sta per scattare l’ora x, tra poche ore si potrà finalmente dare l’avvio al Calendario dell’Avvento.

Con il termine Avvento si indica il periodo che precede il Natale,  nella liturgia cattolica si è soliti celebrare le quattro domeniche che precedono la nascita di Gesù accendendo una candela per ogni domenica, fino ad arrivare al giorno che molti aspettano più di ogni altro durante l’anno. Sicuramente i bambini sono tra i più fervidi sostenitori del Natale, e durante l’anno, non importa se sia durante le vacanze di Pasqua o in pieno agosto, arriva sempre la stessa domanda:

Ma quando arriva Natale?

Ed ecco che arriva in soccorso il Calendario dell’Avvento, un modo speciale per contare i giorni che ci separano dal Natale, partendo dal 1 dicembre. Sembra che debba la sua origine al piccolo Gherard Lang e alla sua mamma, pare che i piccolo fosse particolarmente impaziente e che fosse solito domandare anche più volete al giorno quando mancasse al meraviglioso e tanto atteso giorno di Natale… così sua madre decise di sfornare 24 biscotti speziati, il bambino ne avrebbe potuto scartare uno al giorno, in modo da poter tenere il conto dei giorni restanti. Insomma un modo dolce e furbo di arginare l’impazienza che regna in moltissimi bambini!

Con il passare del tempo questa usanza si è spostata di Paese in Paese, fino a giungere anche da noi. Esistono infinite versioni di questo “countdown” per bambini, da quello che prevede un dolciume al giorno, a quello che prevede tanti piccoli regalini fatti in casa, quello che invita alla lettura di un piccolo versetto del vangelo, fino a quelli ideati da varie aziende come Lego, Haribo, Kinder e quello per le bambine più cresciute come Sephora, e Yves Rocher, per citarne alcuni.

   

Insomma in commercio si trovano tantissime proposte per ogni gusto e per ogni tasca… ma esistono anche tantissime idee per fabbricarsi un fantastico Calendario dell’Avvento fai da te!

Molte mamme si scambiano idee e consigli su come realizzare un calendario su misura per i propri bambini, c’è chi sforna biscotti, chi crea giochi in feltro e chi preferisce semplicemente creare qualcosa che rinforzi il senso dell’attesa.

E’ proprio questo il punto focale: l’attesa. Quanto è bello aspettare sapendo che poi arriverà la meta, quanto è bello celebrare una festa capendone il vero significato? Quanto è bello fare in modo che l’attesa sia spinta per la loro fantasia e motore dei loro desideri?

Ecco 5 idee stimolanti per creare un Calendario dell’Avvento creativo e magico:

  1. Il Calendario delle Buone Azioni: pensate ad una buona azione, a qualcosa che i bambini e voi possiate fare ogni giorno fino a natale, qualcosa che possa donare un sorriso, scrivete le azioni su 24 bigliettini e poneteli in un vaso, una scatola, un cestino. Ogni giorno ci sarà un sorriso da donare! (qui un esempio)
  2. Il Calendario delle storie: incollando su un semplice cartellone tante buste da lettera da decorare insieme, porre all’interno di ogni busta una piccola storia da leggere insieme (qui un esempio).
  3. Il Calendario da comporre: stampate l’immagine natalizia che più preferite e ritagliatela in 24 pezzi numerandoli. Ogni giorno il bambino potrà incollare un pezzo dell’immagine su un cartellone… cosa mai apparirà? (molte immagini da scaricare qui su crearegiocandoblog)
  4. Il Calendario da buttare giù: conservate i barattoli di latta che usate in cucina e decorateli, infine impilateli e procuratevi una palla… vince chi butta giù il numero esatto! E ogni giorno va via un pezzo fino al 24! (qui un esempio)
  5. Il Calendario da spuntare: disegnate un albero su una lavagna, su un cartellone, e scrivete i numeri da 1 a 24… tutte le mattine sarà una festa il semplice cancellare un numero…

Questo è il nostro Calendario dell’Avvento da spuntare di quest’anno… un pomeriggio passato a creare e a divertirci insieme!!!

Con schizzo artistico della piccola di casa

In fondo quello che conta è creare momenti costruttivi e divertenti, non bisogna dimenticarlo mai!

 

Facebook Comments

Comments are closed.